Canadesi – San Michele: Pagelle e commento

Canadesi – San Michele 3-0

Mister D’Angelo nello spogliatoio carica i suoi: “quest’anno il nostro rendimento è zero, quindi ora andiamo a prenderci questa coppa, LA PRIMA COPPA NELLA STORIA DEI CANADESI!!”
In campo un 4-3-3 mascherato in 4-5-1
Zuccoli, Gammaldi, Silvesti (C), Scicchitano, Morelli, Gradoni, Innamorati, Cavalcanti, Silvetti, Marabitti, Catena
A disposizione: Macina, Costanzo, Controni, Sammarco, D’Angelo, Tuninetti, Manto, Paganelli
Tutti sentono l’importanza della partita e decidono di giocare dando il massimo dal primo minuto.
La partita si mette subito sui binari giusti, i Canadesi giocano e il San Michele non sa cosa fare, la retroguardia avversaria ha un bel da fare, soprattutto sulle fascie dove si prova a creare più gioco.
Proprio sulla fascia destra (si proprio la fascia di Grando e si il mister lo ha fatto giocare a centrocampo) si sblocca la partita, con un Silvetti che decide per la prima volta quest’anno di puntare un avversario, superarlo e segnare al portiere che sembra la controfigura di Macina. Poco prima le parole del mister “che cazzo questo non segna mai” (o qualcosa del genere)
Il primo tempo si chiude con i canadesi in vantaggio 1-0.
Inizia il secondo tempo, fuori Marabitti dentro Sammarco, si passa al 4-4-2.
La musica non cambia, e nel giro di 1 minuto i Canadesi sprecano 3 occasioni nette da gol. E ovviamente quando sembra iniziare ad andare male gli avversari provano ad uscire fuori e a creare qualcosa, e come se niente fosse dallo sviluppo di una rimessa laterale arriva un colpo di testa avversario che tira a botta sicura, sembra dentro ma Zuccoli si supera e con un gran gesto atletico nega il gol all’avversario, poco dopo l’arbitro fischia fallo in attacco.
Mister Re (si è cambiato il mister) vede i suoi in difficoltà, fuori Grandoni dentro D’Angelo. I Canadesi continuano il loro assedio e ci credono, ma non riescono a segnare. Fuori Silvetti dentro Tuninetti. La porta sembra stregata, il centrocampo non riesce più a giocare libero, timeout, si torna al 4-5-1, e dalla panchina Controni sussurra all’orecchio del Bomber “me stai a fa rosica, se non segni venerdi te porto la maglia der capitano e te ce alleni”.
Il San Michele ci crede nel pareggio prova ad attaccare, ma non riesce a superare la difesa e un ottimo Zuccoli che vuole mantenere la porta inviolata parando un tiro ravvicinato.
Tempo 30 secondi e il Bomber fa venire giù l’Artiglio, ammutolisce tutti, arriva una palla fuori dall’area, “Sasha” tiro e la palla finisce proprio sotto il Set!!! Eurogol e scampato il pericolo maglia del capitano.
Ora si gioca più tranquilli, fuori Catena e Innamorati, dentro Manto e Paganelli.
Si riparte dal 2-0 con il San Michele che non sa come reagire e i Canadesi che continuano ad attaccare provando a segnare ancora, ma SanchoPanza ha fatto una Makumba e riesce ad evitare di prendere il terzo gol (per adesso).
Punizione per noi, Gallo va per battere, tutti a saltare in area, lui decide di tirare e non si sa precisamente come ma la palla entra beffando il portiere avversario! “Io segno solo gol importanti”
La partita si chiude sul 3-0 e i Canadesi continuano la loro scalata per la coppa!

Pagelle:

Zuccoli: sempre attento anche quando non serve, non si fa sorprendere e mantiene la porta imbattuta. 7

Gammaldi: ottima partita, attento in fase difensiva propositivo in fase offensiva. 7

Scicchitano: insuperabile, attento nelle palle alte e soprattutto nei recuperi. 7½

Silvestri: guida la difesa, lancia gli attaccanti (non sempre bene), non concede niente agli avversari. 7½

Morelli: primo tempo sottotono e rischia un po’, cresce con la partita anche grazie alla squadra. 6½

Marabitti: solo 35 minuti per lui, in cui non riesce a esprimersi al meglio, fatica ad entrare in partita. 6

Innamorati: recupera tutti i palloni che può, fa sentire la sua presenza al centro del campo su tutti gli avversari, ogni tanto un po’ frettoloso, ma nel complesso una buona partita anche per lui. 6½

Silvetti: finalmente fa quello che vuole il mister, e oltre il gol ci sono state almeno altre 2 occasioni davanti al portiere, ottima partita. 7

Cavalcanti: padroneggia il centrocampo, gli avversari non sanno come abbatterlo, aggiunge alla sua prestazione anche il gol su punizione 7½

Grandoni: un “vero centrocampista”, il mister gli da fiducia e lui lo ripaga facendosi trovare sempre pronto, prova qualche sgaloppata ma non viene visto dai compagni. 7

Catena: la sua miglior partita, apre sulle fasce fa sponde, ogni tanto ancora un po’ egoistico e pesta i piedi ai compagni, ma timbra il cartellino con un eurogol. MVP 8

Sammarco: entra e subito prova ad impensierire il portiere, passano per i suoi piedi molte delle azioni offensive. 6½

D’angelo: “stavolta ho gamba e testa per giocare” e lo ha fatto vedere, giocando la sua partita ad alta intensità, aiuta la squadra anche da dentro il campo chiamando le posizioni, il timeout e il cambio modulo. 6½

Tuninetti: la fascia è sua, e il terzino avversario non riesce a fermarlo, corre come un matto ma non riesce a incidere. 6

Manto: non troppi minuti per lui, ma entra e fa il massimo, gioca concentrato e sbaglia poco. 6½

Paganelli: entra nel finale, prova qualche sovrapposizione ma non viene quasi mai servito. 6½

Leave a Reply

sei + 10 =