Canadesi – Tor Lupara. Cronaca e pagelle

PAGELLE CANADESI -TOR LUPARA

Per una corretta e più piacevole lettura si consiglia di aprire il seguente link:

ROMA – E’ tutto pronto al campo Spes Artiglio, i Canadesi sono pronti per la battaglia al 2°posto, sfidando il Tor Lupara che si trova a soli 3 punti di distanza. Gli avversari sono ostici, e tentano subito di togliere la concentrazione ai nostri chiedendo la mezz’ora prima dell’inizio della partita. “Non ci importa, ce la metteremo tutta comunque.”
Formazione titolare (4-5-1) : Zuccoli – Gallassi – Silvestri – Scicchitano – Pantuso E. – Innamorati – Cavalcanti – Marabitti – Michelon – Silvetti – Catena
Alle ore 21:23 comincia la gara, Canadesi in maglia bianca, avversari in maglia rossa.
I biancorossi si affacciano subito in avanti dopo appena 1 minuto con un calcio d’angolo, e Silvetti dopo 3 minuti ha già preso 3 falli. Il centrocampo prende subito le misure e fa girare bene il pallone, chiamando in causa addirittura il portiere nel fraseggio. Le ali vengono sempre trovate sulla corsa e Michelon e Silvetti cominciano a far male fin dai primi minuti. Ma la prima vera occasione comincia da una roboante incursione di “Maggio” Innamorati che smarca tutti e arriva sul fondo servendo con un cross basso il tap-in quasi vincente di Marabitti che tira in faccia al portiere. Qualcuno in panchina si strappa i capelli, ma il Mister pensa solo a incitare la squadra. Il gol arriva poco prima della fine del 1°tempo con un grande recupero di “Gallo” Cavalcanti che con il suo pressing permette a Marabitti di servire Michelon che subito con l’esterno serve il Bomber Catena al limite dell’area che sceglie di coprire il pallone e aspettare l’incursione di Silvetti sulla sinistra: l’assist è una magia, un colpo di tacco alla coluichenonpuòesserenominato e Silvetti batte il portiere con il mancino. GOL. 1-0 e fine primo tempo.
Il 2°tempo comincia con i nostri ancora sul pezzo, la difesa è attenta, i terzini biancorossi stanno facendo un lavorone. Gallassi trova persino il tempo di litigare con un avversario e rimediare una pallonata in faccia a gioco fermo, solo giallo per il Lupariano. Nel frattempo Silvetti e Innamorati continuano a mandare in tilt il centrocampo avversario che è costretto SOLO a fare falli per fermarli. Solo una buona occasione per gli avversari che è stata sventata dall’ottima diagonale di “Panzer” Pantuso che salva sulla linea. Galloppa continua a recuperare palloni e a servire Michelon sulla corsa, l’avversario non può nulla, sui 30 metri è imbattibile: trattenuta da parte sua e cartellino blu. I Canadesi con un uomo in più suonano la carica, e ci pensa il nostro Maggio versione Radja a recuperare un pallone a centrocampo e mandare Silvetti sul fondo, che però crossa troppo forte per i gusti di Marabba che vede sfumare l’ennesima occasione da gol davanti la porta. L’amarezza è tanta in panchina, ma in campo ci sono 11 leoni e il gol non può che arrivare di lì a poco. Dopo un’azione confusissima infatti, la difesa avversaria che si trova a centrocampo senza motivo non rientra e Innamorati batte una rimessa laterale velocissimamente servendo il Bomber che è QUASI solo in area: un difensore ha fatto 40 metri in 1 secondo e sa che deve spingere l’attaccante biancorosso per evitare il gol, sa che deve spostare un armadio di 2 metri, sa che con la sua gamba non potrà mai arrivare su quel pallone… E allora salta, si appende con tutta la sua forza alle spalle del Bomber, in panchina dicono di aver visto spuntare Vishnu con le sue 12 mani che tentavano l’impresa contro il fisico del Bomber. Ma ormai è in caduta libera, e nulla gli impedisce di impattare il pallone di testa e mandarlo in rete. GOL. 2-0
Gli avversari a questo punto chiedono pietà, iniziano a innervosirsi con l’arbitro e i nostri non possono che continuare a tartassarli. Michelon fa prendere un altro cartellino al difensore Lupariano, e l’arbitro lo manda sotto la doccia. Tor Lupara in 10. I Canadesi sono sempre in area avversaria, e Bomber nel pieno della trance agonistica trova la lucidità e l’altruismo per servire Michelon con uno scavetto alla tusaichi ma il tedesco non sfrutta l’occasione.
Da segnalare un’ottima parata del portiere avversario su punizione bassa del goleador biancorosso.
Il benedetto gol arriva su calcio d’angolo: colpo di testa di Michelon che prende l’incrocio. Il pallone vagante sbatte sulla coscia di Galloppa che involontariamente serve lo stesso Michelon che buca la rete da un metro con il sinistro. GOL 3-0!
Tanti i festeggiamenti e le urla, e naturalmente un pò di concentrazione se ne va. Gallassi sul cross degli avversari tocca la palla di mano in area, l’arbitro fischia il rigore. Se fino a quel momento non era stato troppo impegnato o comunque la sua prestazione non era ancora sotto i riflettori, Zuccoli sa di dover fare qualcosa per rimediare: ipnotizzando il Lupariano, si tuffa a destra e smanaccia il pallone in calcio d’angolo. RIGORE PARATO.
Canadesi in estasi, Tor Lupara completamente in tilt. Ennesimo fallo inutile a centrocampo, Controni appena entrato viene falciato e l’arbitro dà il rosso al 44 avversario. La partita oramai non ha più niente da dire se non “SUPREMAZIA CANADESI”. Triplice fischio dell’arbitro. Secondo posto conquistato. Un grazie ai tifosi presenti, sconosciuti e non.
Una battaglia importante è stata vinta, ma ancora non basta, ancora non è sufficiente.
La vetta ci chiama.

ZUCCOLI 9 – Una bella parata su punizione avversaria e ovviamente rigore parato.Toglie qualsiasi tipo di gioia agli avversari.
SILVESTRI 9 – Una presenza unica, una fascia che brilla al suo braccio. Se la difesa sembra perfetta è grazie a lui che chiude ogni piccolo buco lasciato dai compagni. Ogni. Piccolo. Buco.
SCICCHITANO 9 – Se il compagno di reparto si riconosce per la sua presenza attiva e le urla alla squadra, lui è la sua spalla perfetta: corsa e affidabilità, zero sbavature e zero paura, lui è il Guardiano Silenzioso della difesa biancorossa.
GALLASSI 9 – Un errore non può cancellare l’ottima prestazione di questo giocatore. Se qualcuno aveva da ridire sulla scelta del Mister di metterlo terzino, beh, quel qualcuno sbagliava di grosso. “Partita maschia”, tanto spirito di sacrificio e contributo offensivo da non sottovalutare.
PANTUSO 9 – Non ho più parole per descrivere cosa è questo terzino. Basta paragoni col fratellino, è una dote innata nel loro sangue. Statece. Salva quel gol sulla linea di porta e fa bagnare tutte le ragazze nel raggio di un chilometro. Superlativo.
GALLOPPA 9 – Palla bassa: la stoppa, te la alza e fa il sombrero. Palla alta: bussa alle porte del Paradiso e neanche la vedi che già l’ha spinta in attacco. Lavoro fondamentale, sia in fase difensiva che in fase offensiva. Buono il movimento d’anca per l’assist involontario.
INNAMORATI 9 – Se prima della partita sembra il più rilassato, appena entra in campo mette solo cuore e corsa al servizio dei compagni. Fondamentale nelle manovre offensive, crea sempre superiorità numerica con i suoi dribbling e in fase di non possesso pressa come un’addannato.
MARABITTI 9 – Mai banale questo giocatore. Gli mancava solo il gol in questo match, ma il contributo dato a centrocampo basta e avanza. Per la prima volta non gli si vede fare 4 buste agli avversari, perché sa che oggi non servivano. Oggi c’era bisogno della sua tecnica nel fraseggio e delle sue incursioni alla Perrotta.
SILVETTI 9 -Dal giocatore più in forma del campionato non potevamo aspettarci una perfromance migliore. Gol e cattiveria. Diventa l’incubo degli avversari dopo 30 secondi di gioco. Lo fermano solo con scivolate killer. Ma de che stamo a parlà.
MICHELON 9 – Il nostro goleador oggi è più scattante che mai, e se inizia anche a giocare di squadra non ce n’è più per nessuno. Non si ferma un attimo. Stoppa, dribbla e riparte. Non poteva non segnare in questa gara importantissima. 12° gol per lui.
CATENA 9 – FRANCESCO TOTTI.
subentrati:
IOVINO 9 – Se quel pallonetto entrava, cascava giù pure il bar dello Spes.
MANTO 9 – Se quella punizione entrava. Vogliamo un altro gooooooooooolllll.
CONTRONI 9 – Tocca il primo pallone e lo falciano. Risponde con una gomitata. Ok.
PAGANELLI 9 – Poco tempo per lui, e riesce a dimostrare comunque di essere un cane (nel senso agonistico del termine).

Leave a Reply

19 − dodici =