Storia del Canadesi S.C.

2003 – Nasce il Circolo Sportivo Canadesi

L’associazione nasce nel 2003 in seno alla parrocchia dei Martiri Canadesi. L’allora “Circolo Sportivo Martiri Canadesi” viene fondato da Michele Marconi, grazie all’appoggio dell’ex parroco Giancarlo Breda e di alcuni ragazzi desiderosi di iniziare questa nuova esperienza. Fu formata la prima squadra di Calcio a 11 che venne iscritta al Campionato Open 11 organizzato dal Centro Sportivo Italiano (CSI).

L’esperienza fu positiva e durò 2 anni nei quali, la formazione nero-arancio (primi colori sociali) raggiunse le finali regionali del torneo trascinata da molti sostenitori riuniti nel gruppo Ultras Canadesi. Il Circolo inoltre in questi due anni iscrisse anche una squadra di basket e una di pallavolo nelle rispettive categorie del Centro Sportivo Italiano.

Nel 2005 la squadra dei Martiri Canadesi decide di lasciare il CSI e di iscriversi al campionato di 3° Categoria della FIGC. Questo è un anno di cambiamenti per la società, che dopo un anno di difficoltà conclude la stagione con un deludente ultimo posto. Fu così temporaneamente abbandonato il generoso ed impegnativo progetto.

2007 – La rinascita

Dopo un anno di inattività, nel 2007, Giuseppe Scicchitano, con l’aiuto dell’ex presidente Michele Marconi, riesce a radunare attorno a sé un gruppo esperti ed appassionati del settore diventando il secondo presidente della storia del CSC.

Si compone così il primo organigramma societario:

Presidente: Ing. Giuseppe Scicchitano; Vice Presidente: Dott. Simone Sammarco
Segretario: Avv. Gabriele Voltaggio; Amministratore: Ing. Emanuele Carelli;
Responsabile Tecnico: Dott. Matteo Gresta.

La nuova dirigenza costituita da giovani determinati e appassionati riesce a ridare solidità ed entusiasmo all’ambiente, ricostruendo quanto di buono era già stato creato.

Ripartono pallavolo, basket e calcio. Tante persone nel quartiere si interessano a questa nuova realtà, in continua crescita.

Viene sviluppato un logo della società, i colori sociali diventano rosso, bianco e nero, vengono trovati nuovi partner e si decide di aumentare la visibilità della struttura aprendo un sito internet.

La squadra di calcio, tornata a disputare la categoria Open 11 del CSI, si classifica al primo posto nel suo girone, qualificandosi alle Finali Regionali.

La dirigenza, rispondendo agli appelli di molte famiglie del quartiere, si propone un nuovo e ambizioso progetto:

“Proporre una realtà nuova nel quartiere dove poter fare sport con uno spirito sano, mettendo al primo posto l’educazione dei ragazzi”

2009 – Nasce l’A.S.D. Canadesi Sporting Club

Il 2009 è l’anno della svolta. I fondatori del CSC si accorgono di dover cambiare struttura per permettere il corretto svolgimento di tutte le attività. Vengono eletti l’ing. Alessandro Cupellaro, nella carica di presidente, e l’avv. Paolo Voltaggio, nella carica di vicepresidente. Si aggiungono inoltre alla dirigenza Fabio Silvestri, Antonio Scicchitano e molti altri.

Nasce così ufficialmente l’A.S.D. Canadesi Sporting Club.

Con il sostegno di esperti del settore e giovani volontari, vengono messe le basi per un futuro importante. Con una solida struttura alle spalle viene organizzata, per la prima volta nella storia della società, la Scuola Calcio. Entro il 2012 saranno 100 i giovani atleti iscritti.

2014 – Il laboratorio teatrale

L’A.S.D. Canadesi Sporting Club è ormai una realtà affermata con i suoi oltre 250 iscritti tra calcio e settore giovanile.

Dal 2014 la società è diventata inoltre associazione culturale e ha aperto le porte all’arte. Tra i più grandi successi: la compagnia teatrale “I miserrimi”, che con i suoi spettacoli conterà migliaia di spettatori, e l’evento storico “Olimpiadi per la Pace”.

2016 – Affiliazione al Perugia Calcio

Il 2016 è un anno di grandi novità. Tra le più importanti il Progetto A.C. Perugia Football Academy nell’ambito della nuova affiliazione dell’A.S.D. Canadesi Sporting Club con il Perugia Calcio, società sportiva di serie B.

Un’iniziativa formidabile in grado di determinare un importante salto di qualità dei già lodevoli servizi forniti dalla società.